Fine del ciclo di vita di CoreOS Container Linux: l’immagine del sistema operativo verrà rimossa

Secondo il rapporto, il sito Web ufficiale di CoreOS afferma che CoreOS Container Linux non riceverà più aggiornamenti e raggiungerà la fine della sua vita. Lo sviluppatore di “Red Hat” che ha progettato e sviluppato questo sistema operativo invita gli utenti a migrare verso un altro sistema operativo il prima possibile. Lo sviluppatore di Red Hat preferirebbe che la migrazione fosse Fedora CoreOS che ha progettato come “Successore ufficiale di CoreOS Container Linux”. L’anteprima di questo nuovo sistema operativo è stata pubblicata il mese scorso. Diamo un’occhiata alle dichiarazioni di “Red Hat” sull’argomento.

 “È progettato appositamente per l’esecuzione di carichi di lavoro containerizzati in modo sicuro e su vasta scala e combina il software di provisioning e il modello di aggiornamento automatico di Container Linux con la tecnologia di packaging, il supporto OCI e la sicurezza SELinux di Atomic Host”

CoreOS Container Linux non sarà più disponibile per i nuovi abbonati

Red Hat ha annunciato End-Of-Life per CoreOS Container Linux il 26 maggio 2020. Questo sistema operativo non sarà più disponibile per quegli utenti che si sono abbonati o registrati di recente mentre gli abbonati esistenti non sarebbero interessati dal mercato AWS. D’altra parte, non influisce sugli utenti che rilasciano Container Linux tramite gli ID AMI elencati nella pagina di download di CoreOS. Inoltre, inizieranno gli aggiornamenti finali di CoreOS Container Linux. Se eventuali problemi di sicurezza o vulnerabilità rilevati dopo il 26 maggio 2020, non verranno risolti.

La nota di annuncio “End-Of-Life” afferma inoltre che a settembre o successivamente, le risorse pubblicate relative a CoreOS Container Linux verranno eliminate o rese permanentemente di sola lettura. Gli utenti non possono scaricare il sistema operativo dopo questa data. I server CoreUpdate verranno chiusi e le immagini del sistema operativo verranno rimosse da ogni piattaforma, inclusi i repository AWS, Azure, Google Compute Engine e GitHub, e diventeranno di sola lettura.

A parte ciò, la documentazione continuerà a esistere per tutto il tempo in cui è pratica. Se qualsiasi utente desidera eseguire CoreOS Container Linux sul proprio computer, continuerà a funzionare, ma non sarà più in grado di scaricare gli aggiornamenti. Nessun nuovo CoreOS Container Linux verrà rilasciato in futuro. Pertanto, Red Hat esorta gli utenti a migrare da CoreOS Container Linux a un altro sistema operativo.

Ad ogni modo, avrai la prossima opzione per la sostituzione di CoreOS Container Linux che sarà Fedora CoreOS. Puoi provare questo sistema operativo, segnalare un bug e funzionalità mancanti al “Issue tracker” discusso su Fedora CoreOS in Fedora Discourse, in # Fedora-coreos su Freenode. Se hai suggerimenti o domande in merito, ti preghiamo di scrivere nella casella di commento fornita di seguito.