Microsoft risolve il problema BSOD di Windows 10 causato dagli SSD NVMe con la versione KB4586853

Microsoft ha rilasciato la correzione per il problema che causava l’arresto anomalo del PC con una schermata blu della morte (BSOD). L’errore è stato causato quando gli utenti collegano un SSD NVMe esterno a una porta Thunderbolt.

È ovvio che questo problema si presenterebbe solo in quei dispositivi che hanno quest’ultima porta così come il driver di Windows 10 relativo a questi SSD NVMe.

Il dispositivo interessato visualizzerà un “DRIVER_VERIFIER_DMA_VIOLATION (e6). Un’operazione DMA illegale è stata tentata da un driver in fase di verifica.” Stop errore.

 Microsoft risolve questo problema con il rilascio dell’anteprima dell’aggiornamento cumulativo facoltativo KB4586853 non di sicurezza per Windows 10 versione 2004 e 20H2.

Quando viene rilevato il problema BSOD, Microsoft ha aggiunto una sospensione di compatibilità per impedire che ai dispositivi interessati vengano offerti aggiornamenti di Windows 10, versioni 2004 o Windows 10, versioni 20 H2.

Gli utenti richiedono l’installazione manuale dal catalogo Microsoft o aprendo Windows Update e facendo clic sul pulsante Verifica aggiornamenti. Non verrà installato automaticamente.

Il blocco di salvaguardia aggiunto per bloccare gli aggiornamenti sui dispositivi Windows 10 verrà rimosso a metà dicembre. Fino ad allora, gli utenti interessati dovrebbero “non tentare di aggiornare manualmente utilizzando il pulsante Aggiorna ora o lo strumento di creazione multimediale”.